Sez. Comando e Strategia

Torna Indietro

Ordini Generali - La Prima Direttiva



"A starship captain's most solemn oath is that he will give his life, even his entire crew, rather than violate the Prime Directive."
"Il giuramento solenne di un capitano di vascello è di dare la propria vita, perfino quella dell'intero equipaggio, piuttosto che violare la Prima Direttiva."
- Capitano J. T. Kirk, 2268


Ordine Generale 1 "Prima Direttiva"
[Testo originale.] "Nessuna nave stellare può interferire con il normale sviluppo della vita e società di alcuna specie aliena."

Poiché il diritto di ogni specie senzienti di vivere secondo la sua normale evoluzione culturale è considerato sacro, nessun membro della Flotta Stellare, cittadino della Federazione e/o rappresentante di esse può interferire con lo sviluppo normale e sano di una specie aliena e della cultura. Questa interferenza include l'introduzione di conoscenza superiore, la forza o la tecnologia in un mondo la cui società non è in grado di gestire tali vantaggi con saggezza. Il personale della Flotta Stellare non potrà violare la Prima Direttiva neppure per salvare la propria vite e/o il proprio vascello o installazione, a meno che essi stessi non agiscono a risoluzione di una violazione precedente o una contaminazione accidentale di detta coltura. Questa direttiva ha la precedenza su qualsiasi altra considerazione, e porta con sé il più alto dovere morale.

L'Ordine Generale 1, anche conosciuta come Prima Direttiva o Direttiva di Non-Interferenza, incarna uno dei più importanti prinicipi etici della Federazione e della Flotta Stellare: Non interferire nello sviluppo di una società aliena. L'ordine generale impone al personale federale di non interferire nel naturale processo evolutivo di una società anche se tale interferenza fosse dettata da nobili intenzioni. La Prima Direttiva è considerata talmente importante e fondamentale per la Federazione e la Flotta Stellare che un ufficiale che presta giuramento riconosce il rispetto di tale normativa sopra al valore della propria vita ed alle vite dei membri del proprio equipaggio.

Seppure in qualche forma la Prima Direttiva fosse già adottata dai Vulcaniani prima dell'incontro con gli esseri umani e quindi ben prima della fondazione della Federazione Unita dei Pianeti, essi non adottavano un preciso protocollo di primo contatto e non interferenza. Il primo caso risale alla missione di esplorazione della nave terrestre Enterprise quando, durante la missione, il Capitano Jonathan Archer si trovò difronte al dilemma di aiutare la guarigione di un specie su di un pianeta esplorato da una malattia genetica terminale. La malattia avrebbe portato all'estinzione della specie più evoluta civilmente a favore della sottomessa e meno civilizzata seconda specie, immune però dal virus. Fu scelto di alleviare i dolori della specie dominante ma non fornirgli la cura, seppure nelle possibilità dell'equipaggio, nella speranza che, se la naturale evoluzione avesse voluto, potessero trovare da soli la cura.

Questo fondamentale principio divenne una parte importante della politica esplorativa Flotta Terrestre nei primi anni di esplorazione ma non divenne un effettivo ordine generale prima del 2168. La direttiva è rimasta da allora alla base del regolamento operativo della Flotta Stellare per tutti gli anni successivi.

Ambito di applicazione ed interpretazione.



"Someday my people are going to come up with some sort of a doctrine, something that tells us what we can and can't do out here; should and shouldn't do. But until somebody tells me that they've drafted that... directive... I'm going to have to remind myself every day that we didn't come out here to play God."
"Un giorno la mia gente elaborerà una sorta di dottrina morale che stabilirà tutto quello che possiamo o non possiamo fare. Quello che è giusto e quello che è sbagliato. Ma fino ad allora, fino a quando non esisteranno queste direttive, dovrò ricordare a me stesso che non ho nessun diritto di comportarmi come se fossi Dio."
- Capitano Jonathan Archer, 2151


La Prima Direttiva non si applica allo stesso modo a tutte le società su tutti i pianeti in ogni momento.
Anche se si tratta di una pietra miliare della filosofia federale , l'ambito di applicazione della Prima Direttiva varia in base a molti fattori.

Ad esempio la Prima direttiva viene applicata solitamente per quelle società che possiedono poca o nessuna conoscenza reale di altri mondi e civiltà e che non possiedono, o possiedono in misura ridotta, capacità di esplorazione spaziale; di qui la tradizionale associazione verso le civiltà "pre-curvatura" ovvero società che non hanno ancora raggiunto il pieno sviluppo e applicazione del motore a curvatura, indifferentemente che queste possiedano o meno capacità di viaggio a velocità sub-luce. La Direttiva si applica però anche a quelle società che sono al di la di tali conoscenze ma che si trovino in situazioni in cui l'interferenza sia relativa agli affari interni come durante la Guerra Civile Klingon o la Ribellione del Comandante Donatra nell'Impero Romulano. Le colonie umane create dopo i viaggi in criostasi, riunificate sotto la bandiera della Federazione Unita dei Pianeti, furono del tutto esentate dall'applicazione della Prima Direttiva.
Il risultato di tutta questa serie di condizioni è stato un ampio spettro di applicazioni che sono spesso riassunte in: maggiore il coinvolgimento di una civiltà con la Federazione e la Terra maggiore il numero di interferenze presso quella civiltà che sono tollerate all'interno della Prima Direttiva. Tale interpretazione non è comunque assoluta, ma rappresenta in qualche modo un primo gradino di analisi della direttiva stessa.

Sebbene alcune azioni siano chiaramente vietate dagli addendum del Comando alla Prima Direttiva, alcune altre richiedono una particolare interpretazione lasciata agli ufficiali comandanti della Flotta Stellare attraverso un certo potere discrezionale sul come la Direttiva dev'essere applicata in specifiche situazioni. Questo sistema promuove il dibattito nelle sfere diplomatiche e di comando su come la Prima direttiva dovrebbe (o deve) essere applicata e come meglio bilanciare la filosofia che vi sta dietro rispetto alle implicazioni etiche di ciascun caso.
Ciascuna decisione presa da un comnandante dev'essere comunque, in ogni caso, registrata nel computer di bordo al fine di essere presentata al Comando in uno specifico rapporto di missione. Qualora venissa comprovata una chiara violazione della prima direttiva, anche attraverso un eccesso nell'interpretazione del caso, l'ufficiale comandante può essere sanzionato secondo la gravita dell'interferenza. Dalla nota personale alla corte marziale.

Sebbene la Prima Direttiva sia comunemente accettata all'interno della Federazione come una regola da rispettare indifferentemetne dall'appartenenza o meno alla Flotta Stellare, tale regolamentazione non si impone sui cittadini federali non arruolati nella stessa.

Proibizioni implicite della Prima Direttiva.



"The Prime Directive is not just a set of rules; it is a philosophy... and a very correct one. History has proven again and again that whenever mankind interferes with a less developed civilization, no matter how well intentioned that interference may be, the results are invariably disastrous."
"La prima direttiva non è un semplice insieme di norme. E' una filosofia. Profondamente giusta. La storia ha dimostrato costantemente che quando gli esseri umani interferiscono nell'assetto di civiltà meno progredite, nonostante le buone intenzione che li animano, il risultato è sempre disastroso."
- Capitano Jean Luc Picard, 2364


La Prima direttiva è stata nel tempo rivista e corretta con l'indicazione di quarantasette differenti sotto ordini. Tali sotto ordini si sono nel tempo aggiunti per definire e precisare cosa esattamente significhi, in differenti situazioni, il concetto di "non interferenza". Nell'interpretazione legale di questi ordini alcune di tali precisazioni sono:

- Offire le conoscenze di altri mondi abitati, anche se il governo ed il popolo del pianeta in esame sa già dell'esistenza di tale conoscenza.
- Offrire conoscenze tecnologiche e scientifiche.
- Compiere azioni che possano effettuare il generico progresso sociale.
- Compiere azioni che supportino una fazione di una società piuttosto che un'altra.
- Aiutare una società ad uscire dalle conseguenze negative delle loro proprie azioni.
- Aiutare una società a sfuggire ad un disastro naturale conosciuto alla società stessa.
- Sovvertire o evitare l'applicazione di una determinata legge di una società.
- Interferire negli affari interni di una società.
- Rendere nota l'esistenza di vita su altri pianeti ad una società primitiva.

Eccezioni implicite od esplicite alla Prima Direttiva.



"There can be no justice so long as laws are absolute. Even life itself is an exercise in exceptions."
"Non ci può essere giustizia fino a quando le leggi sono assolute. Anche la vita stessa è un esercizio di eccezioni."
- Capitano Jean Luc Picard, 2364


Ci sono molte eccezioni all'applicabilità della Prima Direttiva universalmente riconosciute e accettata dalla Federazione tali da essersi commutate in precedenti presentabili nei rapporti di missione degli ufficiali comandanti. Ognuna di queste è stata formulata sulla base della situazione, della società in esame, delle circostanze del momento ma nessuna di questa si contestualizza in una eccezione assoluta alla regola quanto piuttosto una particolare sospensione che si estende al minimo necessario ad affrontare al situazione sul momento come può essere stato rispondere ad un imprevisto saluto espressamente indirizzato al vascello che si presumeva nascosto o l'intervento in soccorso di un membro dell'equipaggio. In ogni caso ogni azione deve essere intrapresa minimizzando l'interferenza risultante da questa limitata sospensione. Per esempio, il tentativo di riparare ad un interferenza precedente non può portare ad un'interferenza magigore con la stessa società o con un'altra non precendetemente coinvolta; tale errore è aspramente sanzionato nella Flotta Stellare.
L'eccezione di intervento, come mettersi in contatto, non esclude a priori la possibilità che, in ottemperanza alla Prima Direttiva, un comandante di Vascello non decida comunque di non interferire nelle successive azioni; in tal senso, la validità dell'eccezione è da riconsiderare ad ogni passo delle relazioni con la società con la quale è stato, comunque, preso contatto.

Ecco alcune di queste eccezioni:

- La società in questione era già a conoscenza della Federazione e l'ha contattata direttamente (per esempio, per chiedere assistenza o per questioni di sicurezza).
- La società ha indirizzato precise chiamate verso lo spazio per quelle culture con capacità di volo spaziale in cerca di aiuto.
- Intervenire per correggere un ingiustizia perpetuata ai danni di un cittadino federale verificatasi indifferentemente dalla palese interferenza, riconosciuta o meno dalla società.
- Eseguire un ordine di missione preciso, quindi ricevuto dal Comando di Flotta, che prevede incompatibilità con la Prima Direttiva, come negoziati commerciali e primi contatti.
- La società in questione ha attaccato o minacciato di attaccare un vascello federale.
- Missioni di soccorso.
- La società in questione sta portando avanti colloqui diplomatici con la Federazione.
- La società in questione ha avuto una chiara interferenza precedente da parte di un gruppo non federale nei modi per cui sarebbe stata riscontrabile una violazione della Prima Direttiva per del personale federale.


Approfondimento OFF Game: Comprendere la Prima Direttiva.



La Prima Direttiva è un argomento spinoso che spesso viene generalizzato ed estremizzato nella sua applicazione.

Star Trek è ricca di episodi provenienti da tutte le serie che approfondiscono gli elementi sopra citati e non sempre nei modi che ci si aspetterebbe dalla linea generale. Una delle ricchezze più grandi di questa ambientazione è la moltitudine di teste che hanno partecipato alla sua realizzazione e non è inconsueto, dunque, trovare qua e la elementi contradditori. L'insieme di tutte le situazioni che approfondiscono la Prima Direttiva, in oltre quarantanni di Star Trek, ci danno un quadro ancora incompleto anche di questo "dogma" trekkiano.
La non applicabilità della Prima Direttiva a chi non è nella Flotta è introdotto in un episodio di Next Generation ma è stato poi raramente ridiscusso; le eccezioni all'intromissione invece sono state più volte affrontate e Picard e Jeneway ci hanno lasciato molti interrogativi. Fortunatamente in anni di passione si è riusciti a mettere insieme qualcosa che, magari con qualche spintarella, sembrasse omogeneo.

Molti argomenti appena accennati sono nell'ambientazione molto più approfonditi; sappiamo dell'esistenza di numerosi sotto-ordini, quarantasette per la precisione, ma ne conosciamo solo alcuni. Significa che non li vedremo mai? No, significa che dobbiamo forse ancora scoprirli ed il buonsenso ci verrà in aiuto. La Prima Direttiva è uno dei grandi pozzi neri del canon, ci si può litigare sopra per interi giorni e nessuno potrà mai essere davvero certo di avere ragione o torto tuttavia questo stare sul filo del rasoio è uno dei motivi per cui molti bellissimi episodi di Star Trek hanno potuto prendere forma. Come staff di Star Trek: Federation abbiamo dovuto decidere se essere estremamente rigidi nell'applicazione o voler provare ad approfondire il canon immaginandoci al posto dei protagonisti delle serie televisive e, poiché l'immedesimazione è alla base del gioco di ruolo, abbiamo deciso di seguire questa seconda strada.

Questa dispensa è frutto di una traduzione, a tratti forse riduttiva non citando episodio per episodio ogni singolo caso, della voce di Memory Alpha. Confidiamo che per qualsiasi dubbio, o correzione futura che ci si volesse far pervenire, la voce della wikia non ufficiale sul canon sia il primo riferimento per l'utenza.



Redazione: Libera traduzione Memory Alpha
Impaginazione: Namor
Adattamento e Revisione: Namor
Approvazione: Namor - Hopkins
Fonti: Memory Alpha, Star Trek: Enterprise "Dear Doctor" "The Communicator" "Cogenitor";
Film "Reboot": Star Trek Into Darkness;
Star Trek: Serie Classica "Miri" ,"The Return of the Archons" ,"A Taste of Armageddon" ,"Errand of Mercy" ,"Friday's Child" ,"The Apple" ,"Mirror, Mirror" ,"Bread and Circuses", "A Private Little War", "A Piece of the Action", "Patterns of Force", "The Omega Glory", "The Paradise Syndrome", "Whom Gods Destroy", "For the World is Hollow and I Have Touched the Sky";
Star Trek: The Next Generation "Encounter at Farpoint", "Justice", "Datalore", "Angel One", "Too Short a Season", "Coming of Age", "Symbiosis", "Deja Q", "Pen Pals", "The Masterpiece Society", "Who Watches The Watchers", "First Contact", "The Price", "Reunion", "Half a Life", "Redemption", "Redemption II", "Homeward";
Film "Next Generation": Star Trek: Insurrection, Star Trek Nemesis;
Star Trek: Deep Space Nine "Emissary", "Captive Pursuit", "Battle Lines", "The Circle", "Rapture", "In the Pale Moonlight", "Inter Arma Enim Silent Leges", "Tacking Into the Wind", "Family Business";
Star Trek: Voyager "Caretaker", "Time and Again", "Prime Factors", "State of Flux", "Maneuvers", "Prototype", "Alliances", "Innocence", "False Profits", "Flashback", "Future's End, Part II ", "Scorpion", "Infinite Regress", "Thirty Days", "The Omega Directive", "Course: Oblivion", "Relativity", "Equinox", "Equinox, Part II", "Dragon's Teeth", "Blink of an Eye", "Friendship One", "Endgame".

Licenza Creative Commons
Licenza dei Contenuti